sabato 5 novembre 2011

Il treccione salato

Continuo a latitare, ma "tranquille" non c'è nessuna novità ;)
Quì si continua a brancolare nel buio, a fare scelte "sbagliate" o semplicemente senza senso. O per meglio dire continuo a seguire il fluire delle cose, mi adeguo passivamente.
Credevo di dover sfruttare il mio entusiasmo momentaneo per prendere e partire..e l'ho fatto. ma ora nella mia testa c'è fissa una frase, del film "radiofreccia": !Credo che la voglia di scappare da un paese di ventimila abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso, e credo che da te non ci scappi neanche se sei Eddy Merckx" e vabbè mentre ci riflettiamo su vi propongo questa bella ricetta.

Allora da premettere che spulciando per bene il blog "il profumo delle madeleines" avevo trovato questa QUì, colpo di fulmine, bava alla bocca ecc ecc, per poi capire che in effetti è la torta salata che faceva sempre la mamma del mio non più fidanzato (:P) e la ricetta che vi dò oggi è proprio la sua, leggermente diversa da quella di Gabri :

Treccione salato:
ingredienti:
500 gr farina;
100 ml di olio;
1 cucchiaino di sale;
1 cucchiaino di zucchero;
25 gr di lievito di birra;
1 uovo;
250 ml latte.

-iniziare sciogliendo per bene il lievito nel latte tiepido;
-mettere la farina in una ciotola capiente (è + facile per le imbranatelle come me impastare, altrimenti potete fare tutto sul tavolo o su un tavoliere di legno), fare un buco al centro e mettere l'uovo, l'olio,il sale e lo zucchero.
-lavorare per bene e aggiungere il latte mischiato col lievito.
-continuare a lavorare con le mani fin quando non si formerà una bella palla soffice.
-lasciar riposare un paio di ore, fino a quando il suo volume sarà aumentato del doppio.

-dopo la lievitazione, dividere l'impasto in tre parti, stenderle e farcitele  come meglio preferite (io questa volta ho usato la scamorza affumicata,prosciutto cotto, pomodorini e olive nere).
-Richiudere e formare 3 salsicciotti (nella foto sono due solo perchè il 3° l'ho cotto a parte), intrecciarli e cuocere per circa 45 minuti a 180° gradi.

Buon appetito!!! :)


8 commenti:

  1. Invitantissimo questo treccione!!!

    RispondiElimina
  2. meraviglioso!!! con un ripieno che si puà sempre variare...bella ricetta! ;)

    RispondiElimina
  3. ...adoro i treccioni morbidi e briosciosi!!
    E credo che a volte nella vita faccia bene prendersi una pausa dalla strada più ovvia, per concedersi di seguire il flusso dei propri desideri...l'importante a un certo punto è mettere radici ;D Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. Molto invitante il treccione. Sai, capire cosa si vuole e scegliere è davvero difficile.. non so se ci si riesce mai fino in fondo. l'importante, cmq, è tentare.
    Intanto ti lascio il link per il contest che ho lanciato con la mia amica di Cook The Look, spero avrai voglia di partecipare!
    http://cookingmovies.blogspot.com/2011/11/sweet-dreams-are-made-of-cheese-il.html#comments

    RispondiElimina
  5. Che bella questa treccia, adoro le stuzzicherie salate e il tuo treccione è molto invitante! Brava Eres, buona serata

    RispondiElimina
  6. grazie a tutte :)
    xGabri: sono ancora in pausa da me a quanto pare :S e pensare che ero convinta di essermi svegliata ;)

    xPassiflora: darò sicuramente un'occhiata :)

    RispondiElimina
  7. Gustosissimo il treccione, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. che bel treccione, altro che dilettante...!! io adoro il pane!!!!

    RispondiElimina